Cosa Angelina Jolie sta combattendo per ora

Angelina Jolie non ha un progetto da promuovere. Non recita, né dirige, un film di marzo. Bucking le ragioni standard per fare la stampa, la mega stella del premio Oscar è sulla copertina di questo mese di ELLE per attirare l'attenzione su un'occasione che non viene con un tappeto rosso: International Women's Day (8 marzo).

Immagine

Vestaglia in cotone, Brooks Brothers, $ 118, brooksbrothers.com. Orecchini a bottone in oro e diamanti, Van Cleef Arpels, $ 11,900. Braccialetto in oro e diamanti, Tiffany Co., $ 3,200. Orologio in oro rosa, rubellite e diamanti su cinturino in pelle, Bulgari, $ 9,700. I suoi anelli, indossati dappertutto.
Andres Kudacki

Per la parte migliore dell'ultimo decennio, il 42enne si è dedicato a far luce sui diritti delle donne, o meno, in tutto il mondo. Servire come ambasciatore di buona volontà e inviato speciale per il Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha completato quasi 60 missioni sul campo, comprese visite in Libano, Giordania e Iraq. Come cofondatrice dell'Iniziativa Prevenire la Violenza Sessuale del governo britannico, ha incontrato i sopravvissuti allo stupro in Ruanda e in Bosnia ed Erzegovina. Giorni prima che lei sparasse, il Custode ha pubblicato l'appello di Jolie all'azione contro la violenza di genere, co-autore del Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg. Nonostante tutte le sue difese, Jolie confessa di essere sempre stata reticente quando si tratta di politica. Tuttavia, riconosce che l'azione politica a volte può offrire una via più diretta per cambiare le cose in meglio.

Immagine

Donne delle Nazioni Unite
3

A tal fine, la seguente storia è una conversazione riflessiva tra lei e il politico di lunga data John Kerry. Jolie ha incontrato per la prima volta il 74enne statista - un veterano del Vietnam, candidato alla presidenza e, più recentemente, segretario di stato degli Stati Uniti - cinque anni fa al vertice del G8 di Londra. È una gelida mattina di dicembre quando i due si ricollegano al Ritz-Carlton di New York. Kerry, che inaspettatamente ha urtato sua figlia Vanessa per la strada, l'ha accompagnata per un breve saluto. I quattro più piccoli dei sei figli di Jolie arriveranno più tardi. Jolie è in città per accettare il premio Global Citizen of the Year dell'Associazione dei corrispondenti delle Nazioni Unite e per fare shopping natalizio. Aspettano entrambi fino al 2018, quando Jolie parlerà con gli studenti dell'Istituto per gli Affari Globali di Yale, dove l'ex segretario supervisiona la Kerry Initiative. Kerry, a sua volta, ha accettato di parlare alla London School of Economics, dove Jolie è visiting professor.

Qui, un piccolo anteprima di alcune delle enormi questioni che stanno lavorando instancabilmente per rimediare. Ascolta.

Immagine

In conversazione con l'ex segretario di stato John Kerry.
ANDRES KUDACKI

Angelina Jolie: Grazie per aver parlato con me per la Giornata internazionale della donna.

John Kerry: Il piacere è tutto mio. Come sta la tua famiglia?

AJ: Tutto ok. I bambini saranno qui presto. Hai dei nipotini adesso?

JK: Sto avendo il momento migliore di essere un nonno. Sono così intelligenti, è spaventoso.

AJ: Lo sono davvero, solo la loro chiarezza ....

1

JK: Sono appena tornato da un vertice sul clima a Parigi. So che questo è qualcosa su cui ti senti fortemente, perché dobbiamo essere coinvolti a livello globale.

AJ: Questa è una delle cose di cui mi piacerebbe parlarti. C'è questa domanda di, puoi essere un cittadino del mondo ed essere ancora un patriota? Non dovrebbe nemmeno essere una domanda.

JK: È qualcosa di cui dobbiamo parlare di più. Cosa significa essere un americano. Dobbiamo fare un lavoro migliore per spiegare perché tutti gli americani dovrebbero sentirsi orgogliosi delle cose che abbiamo fatto nei paesi di tutto il mondo.

AJ: Sono molto patriottico, come so che lo sei. Per me, va di pari passo con l'essere orgogliosi di ciò che l'America rappresenta. Per esempio, io sono l'unica persona nella mia casa che sia nata in America.

JK: Non ne ero consapevole.

AJ: È solo perché siamo un paese basato su persone di diversa provenienza e fedi che si uniscono per poter avere questa famiglia. Le mie figlie hanno le libertà che hanno per essere americane. E siamo al nostro meglio quando stiamo lottando perché gli altri abbiano gli stessi diritti. In particolare altre donne.

Immagine

Shiloh (a sinistra) e Vivienne si unirono a Jolie dopo aver pattinato sul ghiaccio a Central Park. Trench di cotone (a letto), Khaite, $ 1,690.
ANDRES KUDACKI

JK: La sfida sta descrivendo come un conflitto in Nord Africa o altrove si riferisce a tutti noi. Come influenza la migrazione, il terrorismo, l'economia.

AJ: Per come la vedo io, anche se sei una persona che non vuole preoccuparsi dei problemi internazionali, ne sei ancora influenzato. Fare un passo indietro è pericoloso.

JK: L'anno scorso, abbiamo discusso al Jackson Institute di Yale sul cambiamento climatico. Quando dici "Salva il pianeta" alla maggior parte delle persone, i loro occhi si velano. Ma ancora una volta, riguarda il modo in cui influisce su tutti noi, in particolare i lavori. Che cosa succede se sei un contadino e le cose non cresceranno in determinati posti? Cosa significa avere sopravvissuti più frequenti e distruttivi? [Come segretario di Stato americano, Kerry ha negoziato e firmato l'accordo sul clima di Parigi nel 2016. Lo scorso giugno, Trump ha annunciato che gli Stati Uniti intendono ritirarsi nel 2020.]

AJ: Deve essere un momento frustrante, con l'America che si ritira dall'accordo sul clima.

JK: La verità è che oltre 90 città, tra cui New York, Miami e Los Angeles, sono impegnate al 100% a vivere secondo l'accordo di Parigi. Il popolo americano non si è tirato fuori. I cambiamenti climatici influenzano negativamente tutte le questioni su cui stai lavorando: la violenza contro le donne, i rifugiati.

AJ: Ci sono già più persone sfollate dal cambiamento climatico che dalla guerra. L'ambiente ti ha attirato in politica?

JK: Quando sono tornato dal Vietnam, non ho immediatamente protestato la guerra. Stavo ancora elaborandolo. Ma sono entrato a far parte della prima Giornata della Terra, nel 1970. Abbiamo ricevuto 20 milioni di persone, e da ciò è emerso il Clean Air Act, la Federal Water Pollution Control Act e l'EPA. Indovina chi ha firmato l'EPA in legge? Richard Nixon. Perché? Perché era un problema di voto. Poi, nell'elezione del 1974, abbiamo preso di mira 12 membri del Congresso, etichettandoli come "sporca dozzina". Sette di loro hanno perso il seggio. Boom. Tutti erano scioccati.

Immagine

Jolie ha accettato il premio Global Citizen of the Year a New York presso Cipriani Wall Street.
ANDRES KUDACKI



AJ: Ero molto antipolitico quando ero giovane. Ho iniziato a lavorare su questioni relative ai diritti umani e ad incontrare rifugiati e sopravvissuti soprattutto perché volevo imparare. Ho avuto anche questa romantica idea che avrei avuto i miei stivali e di essere un operatore umanitario. Ma ad un certo punto capisci che non è abbastanza. Devi trovare la radice del problema. E questo, così spesso, ti riporta alla legge e alla politica. Ad esempio, ho continuato a incontrare rifugiati sopravvissuti a stupri sistematici usati come arma. Eppure non c'erano praticamente condanne. Mi ha licenziato per iniziare a lavorare con governi e legislatori. Quando si arriva a questo, continuiamo a trattare la violenza contro le donne come un crimine minore.

JK: È vergognoso.

AJ: Devi identificare cosa realizzerà quel cambiamento. Trova le persone in politica con cui puoi lavorare e mantienile alle loro promesse.

JK: Questa è la democrazia: si tratta di responsabilità. Devi combattere e continuare a spingere. Ti senti come se fossi stato efficace?

AJ: In alcuni paesi, la violenza sessuale è meno di una discussione tabù. È qualcosa di più in cui le persone si aspettano che i loro leader agiscano. Oltre 150 paesi hanno firmato un impegno per porre fine all'impunità per lo stupro in zona di guerra. Ci sono nuovi team per raccogliere prove e sostenere procedimenti giudiziari. Ero in Kenya la scorsa estate mentre le truppe di mantenimento della pace delle Nazioni Unite hanno ricevuto una nuova formazione, dal momento che le forze di pace hanno fatto parte del problema. Stiamo collaborando con la NATO per l'addestramento, la protezione e l'aumento delle donne nell'esercito. Ma c'è ancora molto da fare.

JK: Quando ero un giovane pubblico ministero, molte persone non credevano che la violenza contro le donne fosse un crimine. Abbiamo cercato di scartare quel vecchio pensiero espandendo i programmi di consulenza per le vittime di stupro e assumendo e promuovendo più donne procuratrici.

AJ È esattamente questo: cambiare il pensiero e le leggi. Penso a quanto duramente le donne hanno combattuto per portarci dove siamo oggi. Tutto conta, dal modo in cui ti trattieni nella tua vita quotidiana ed educati sui tuoi stessi diritti, alla solidarietà con le altre donne di tutto il mondo.

Immagine

Blusa in crepe, Zac Posen, $ 850, stili simili a Barneys New York. Gonna in lana double face, Akris, $ 895. Orecchini a bottone in oro e diamanti, Van Cleef Arpels, $ 11,900. Braccialetto in oro e diamanti, Tiffany Co., $ 3,200. Orologio in oro rosa, rubellite e diamanti su cinturino in pelle, Bulgari, $ 9,700.
Andres Kudacki

JK: Spero che i lettori capiscano quanto siano importanti le loro voci individuali.

AJ: E che sentono che le loro voci vengono ascoltate. Dico a mia figlia: "Ciò che ti distingue è ciò che sei disposto a fare per gli altri. Chiunque può indossare un vestito e un trucco. È la tua mente che ti definirà. Scopri chi sei, cosa pensi e cosa rappresenti. E combatti per gli altri per avere quelle stesse libertà. Vale la pena vivere una vita di servizio. "

Hair di Adam Campbell al Wall Group; trucco di Matin a Tracey Mattingly; manicure di Mary Soul; toelettatura di Susan Phear; scenografia di Bette Adams per MHS Artists; prodotto da Nathalie Akiya per Kranky Produktions; assistente alla moda: Yashua Simmons

Questo articolo è stato originariamente pubblicato nel numero di marzo 2018 di ELLE.

OTTIENI IL NUMERO PIÙ RECENTE DI ELLE

1

Leave a reply

+ 6 = 8